Sezione dedicata all'Associazione Cucciolissimi

I Progetti per il 2010

E-mail

L'Associazione Cucciolissimi onlus, con le donazioni di chi vorrà sostenere le nostre iniziative e con l'energia di chi vorrà collaborare, vorrebbe proseguire le sue attività  nel 2010 con i seguenti progetti: Progetto "Canileciao" , Progetto "Libera un nanetto", Progetto "Vecchiettissimi o malatissimi", Progetto per i piccoli (cuccioli e cuccioloni), Progetto sterilizzazioni, e altre iniziative.



- Progetto "CanileCiao"

Progetto avviato da un paio di anni... quando possiamo permettercelo economicamente, preleviamo dai canili cani per i quali cerchiamo di favorire l'adozione, li ospitiamo presso case di volontari o li mettiamo in  pensioni, a volte trascorrono un periodo in cliniche veterinarie per cure (a volte anche interventi chirurgici) ... la loro adozione in questo modo viene molto facilitata in quanto possono essere segnalati finalmente con buone foto (nei canili è difficile fare buone foto), riusciamo a descrivere meglio il carattere, abbiamo cartelle cliniche più dettagliate, i cani sono più facilmente visibili dalle famiglie adottanti (li prendiamo solitamente da canili periferici con poco pubblico).

Questo progetto prevede spese veterinarie, spese di mantenimento, spese di viaggio quando la loro adozione o affidamento avviene in altre regioni.

Nell'ambito di questo progetto abbiamo distinto alcuni "settori" ai quali daremo maggiore importanza:

- cuccioli e cuccioloni da allontanare urgentemente dai canili per permettere loro una rieducazione e quindi chances di essere adottati;

- anziani e malatissimi per permettere loro una ... morte più dolce e un ultimo periodo sereno.

Nel corso del 2009 diverse decine di cani hanno trovato adozione grazie all'associazione Cucciolissimi con questo sistema!

- Progetto "Libera un nanetto" dell'allevamento sotto sequestro

Questo progetto fa parte del precedente progetto "CanileCiao" ma è destinato in modo specifico ai circa 100 cani di un allevamento sotto sequestro del Lazio ed è destinato a curare (o almeno cominciare le cure) e trovare famiglia a cagnolini per lo più di razza vissuti da sempre nei box dell'allevamento.

Nei mesi di novembre e dicembre 2009 l'associazione cucciolissimi ne ha presi in affidamento 39 e ha trovato famiglia a quasi a tutti, dopo averli fatti sterilizzare per la maggior parte e ovviamente trattare con antiparassitari e vermifughi. Si tratta di un progetto più complesso di quanto possa sembrare a prima vista, si potrebbe infatti pensare che sia semplice far adottare pechinesi, shitzu, yorkshire... e infatti le richieste non mancano!

Ma poi molti si scoraggiano...  Cosa scoraggia? L'età dei nanetti, che spesso sono anziani o comunque adulti, il fatto che vadano educati a non sporcare in casa o ad andare a passeggio al guinzaglio (non sono abituati  alla vita di appartamento nè al traffico e alla vita cittadina) , la loro  timidezza iniziale. Per alcuni già adottati la timidezza si è risolta più facilmente e per altri ci vorrà del tempo.

Avendo passato anni nell'allevamento... alcuni hanno piccoli acciacchi e in altri ne abbiamo riscontrati di maggiori..otiti molto spesso, dermatiti dovute ad arrossamento probabilmente a causa di prurito da pulci (che non ci sono più ovviamente), qualche caso di noduli mammari, tartaro sui denti (quasi sempre) e in qualche caso piorrea, in qualche femmina abbiamo riscontrato qualche piometra risolta con cura antibiotica e sterilizzazione. Inoltre i cani solitamente hanno parassiti esterni e intestinali... dalle famiglie adottanti ci aspettiamo la pazienza per educare un  esserino timido alla vita casalinga, e la disponibilità economica e la volontà di prendersi cura di loro dal punto di vista veterinario.

Li prendiamo dall'allevamento, spesso li tolettiamo, li sverminiamo e gli facciamo almeno un trattamento antiparassitario. Li portiamo dal veterinario per una prima visita, spesso gli facciamo fare le analisi del sangue. In quasi tutti i casi li facciamo sterilizzare e operare di eventuali nodui, tumori ecc. In qualche caso abbiamo fatto asportare denti ormai marci. In pochi casi ci siamo affidati direttamente alle famiglie per tutte le cure, quando eravamo certi che si sarebbero occupate di tutto.

E questi nanetti dopo un po' di tempo diventano meravigliosi batuffoli scodinzolanti... la loro natura di cani da compagnia emerge il più delle volte rapidamente, il mantello prende volume ... diventano davvero graziosissimi e riconoscenti... da un groviglio di peli sporchi e intrecciati emergono splendidi barboncini a volte con la tenerezza e la profondità dello sguardo dei cani anziani.

Nel 2009 ci siamo occupati di circa 40 cani... nel 2010 vorremmo completare le adozioni di tutti i rimasti.

- Progetto vecchiettissimi o malatissimi ...  coccole e amorevoli cure per gli ultimi tempi

Questo progetto è destinato ad aiutare soprattutto i cani di taglia media e grande che da anni vivono in canile ... da tanti anni... a trascorrere gli ultimi mesi o anni della loro vita presso famiglie e quindi a morire sereni.

Si rivolge anche ai cani affetti da gravi disturbi e malattie... con prospettive di vita di medio e corto periodo... affinchè passino più serenamente possibile gli ultimi tempi...

Cercheremo di scoprire nei canili, di segnalare, di dare rilevanza su web ai cani anziani e malati...e cercheremo di dare una mano per le adozioni anche con qualche contributo economico.

Vi segnaleremo qualche cane che davvero da tanti anni sono detenuti nei canili della regione, per lo più in celle di cemento con una grata davanti agli occhi ... fino al 1991 i cani dopo qualche giorno di vita in canile venivano soppressi o destinati alla sperimantazione... nel 1991 in Italia è stata vietata la soppressione dei cani accalappiati e non adottati, ma in molti casi di fatto i cani sono stati destinati all'ergastolo a vita. Celle di cemento, tavola di legno, una ciotola di cibo secco, costretti a convivere con altri cani spesso poco compatibili, grate di ferro da cui si vede spesso un altro muro o un pezzo di corridoio o un'altra gabbia. E la vita scorre così minuto dopo minuto, giorno dopo giorno, mese dopo mese... anno dopo anno... a volte più di un decennio...un lungo ergastolo in una cella.

Ovviamente non riscaldata. Raramente una cuccia.

In alcuni casi lo spazio a disposizione pro capite è ... forse 4mq a testa per le taglie grandi, forse meno. In rarissimi casi c'è la possibilità di sentire l'odore della terra o dell'erba... nei canili dotati di cinodromo la possibilità di essere accompagnati fuori per una passeggiata è rara, spesso di fatto ... mai.

Alcuni cani sono costretti a vivere da soli, soprattutto i molossi e i terrier. Per anni in una cella da soli. Cani sensibilissimi dal punto di vista psicologico ed emotivo...

Altri sono costretti a difendersi dagli altri cani con cui sono costretti a condividere il box. Spesso i cani, nei canili in cui non vengono sterilizzati, sono divisi per sesso e soprattutto per i maschi la convivenza in branchi di soli maschi non è sempre piacevole.

Altri più fortunati vivono rapporti sociali più soddisfacenti tra loro.

Bene, vorremmo che qualche cane invecchiato in canile... prima di morire potesse di nuovo sentire l'odore dell'erba e della terra, avere la possibilità di correre se la sua muscolatura ancora lo permette, di respirare qualcosa di diverso dall'odore di cani e urina e feci e disinfettanti. Vorremmo offrire l'opportunità di carezze e coccole... di curare quelle malattie che spessissimo vengono trascurate nei canili, come le otiti ... lavarli e tosarli, dopo anni e anni di pelo annodato e pelle tirata.

Abbiamo provato in questi mesi a far adottare diversi cani invecchiati in canile...  e tutti si sono adattati dopo pochissimo tempo, tutti hanno cominciato a sorridere. Pochissimi sono deceduti dopo poco tempo dall'uscita del canile, e avevano comunque gravi patologie ormai incurabili (tumori).

Per favorire la loro adozione cercheremo di sostenere economicamente le famiglie disposte ad adottarli, provvedendo alle cure veterinarie e ai medicinali, sostenendo le spese per portarli dove saranno accolti... concordando di volta in volta il tipo di aiuto.

L'aiuto economico sarà offerto per i cani di taglia media e grande. Per quelli di taglia piccola contiamo sul buon cuore delle famiglie... 

 

- Progetto ... per i piccoli, per un orizzonte sereno

e' un progetto rivolto ai cuccioli e cuccioloni dei canili... ai piccoli che nei primi mesi di vita dovrebbero ricevere un imprinting positivo in grado di dare loro equilibrio e capacità di relazionarsi agli altri cani e agli esseri umani, e quindi opportunità di essere adottati e vivere in contesti migliori dei canili. Lasciati in celle senza stimoli positivi, senza socializzazione... crescono con paura e diffidenza... quei primi mesi sono preziosissimi per tutto il loro futuro! Passati i primi mesi avranno pochissime possibilità di essere adottati... In qualche caso cercheremo di recuperarli e offrire possiblità di adozione concrete.

Nel 2009 siamo intervenuti per cuccioli randagi e per i cuccioli di un canile dove a nostro avviso la vita è particolarmente dura per i cani.

- Progetto sterilizzazioni - un randagio in meno

Non possiamo ne intendiamo sostituirci alle asl veterinarie e ai comuni che avrebbero la responsabilità di mettere un freno al randagismo canino,  sterilizzando i cani randagi e facilitando le sterilizzazioni dei cani dei privati in tutti i modi... ma ogni tanto, quando abbiamo le possibilità economiche e sappiamo di qualche urgenza...cerchiamo di intervenire. Qualche volta si tratta di cani di privati che non hanno possibilità economiche per sterilizzare i loro cani e che lasciano che si accoppino... sparpagliando  cuccioli nella regione spesso con scarsa voglia e capacità di valutare le adozioni e quindi incentivando di fatto ulteriori cucciolate e  futuri randag o prigionieri di canili.

Qualche volta cerchiamo di sterilizzare qualche randagio per evitare cucciolate destinate alla morte, alla fame o al randagismo. Diamo sempre in adozione cani sterilizzati o se cuccioli i nostri moduli prevedono la sterilizzazione obbligatoria.

 

- Progetto informativo... per capire prima di tutto e poi cercare le soluzioni

Ci stiamo lavorando... per capire meglio la normativa sui canili nel Lazio e in Italia e per aiutare le persone a capire... come mai centinaia di appelli al giorno di cani malati, come mai questi oocchi questi musi dietro le gabbie... Perchè questo tipo di strutture, celle di cemento e grate... nessun obbligo di cucce (ovviamente nessun riscaldamento) anche in zone molto fredde... Di chi è la responsabilità delle cure e della gestione sanitaria dei cani di un canile pubblico o di un canile privato convenzionato?  A chi spettano i controlli e su quali norme si basa la valutazione del maltrattamento o del benessere all'interno dei canili... su quali criteri concordati...

Come mai, malgrado la legge preveda canili pubblici, di fatto esistono quasi unicamente canili privati convenzionati, cioè strutture che privati destinano all'ospitalità dei cani in base a convenzioni con i comuni a scopo di lucro, sulla base di gare di appalto vinte dal miglior offerente?

Stiamo cercando di capire come la normativa, e prima di tutto come la mentalità, abbiano portato in molti casi alla costruzione di mega prigioni di sicurezza, celle in cemento con grate e tavole di legno... a volte cani costretti a vivere in branchi  nello stesso box con uno spazio pro-capite minimo previsto dalla legge ma tremendamente ridotto agli occhi di un animalista... a volte cani rinchiusi per anni in box-celle da soli senza alcuno stimolo... situazioni in cui viene spontaneo pensare che la legge abbia graziato i cani dalla pena di morte (quando ancora venivano soppressi dopo 3-7 gg. dall'entrata in canile oppure destinati alla sperimentazione) ma li abbia condannati all'ergastolo a vita in celle di cemento a volte ad un isolamento fisico ed emotivo e ad una mancanza di spazio vitale che stringe il cuore...

Occorre cercare soluzioni applicabili che non penalizzino nè i comuni nè i cani... e l'informazione e la comprensione del fenomeno è a nostro avviso  il primo passo.

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio 2010 00:21


Visto: 2962
 

Le adozioni A.C.O. per i cani di Villa Andreina

Per sostenere le attività di Cucciolissimi Onlus

I Progetti

Scilla, rimossa massa tumorale(4139)
Lunedì 26 Novembre 2012
scilla Scilla è una bellissima meticcia di taglia grande, molto sfortunat...
Leggi tutto...
Kabul, si è autolesionato la coda!(3946)
Giovedì 03 Maggio 2012
689-04_kabul-villa-andreina.jpg Nonostante Kabul sia rinchiuso in canile dal 2004, non ha ancora a...
Leggi tutto...
Peluche cerca casa(4337)
Martedì 24 Gennaio 2012
peluche-cerca-casaAdottata!!!Questa è Peluche! E' una micia di Lavinio, dove alcuni v...
Leggi tutto...
Otto, abbandonato per strada!(4720)
Giovedì 12 Gennaio 2012
IMG_1808ADOTTATO IL 29-01-2012Lo abbiamo chiamato Otto.... è un dolcissimo ...
Leggi tutto...
Stilo, delizioso Chihuahua!(8966)
Lunedì 19 Dicembre 2011
SDC14011ADOTTATO! Stilo è un delizioso e piccolissimo Chihuahua a pelo lung...
Leggi tutto...
Mimmi, sterilizzata e nuovamente libera!(3758)
Martedì 22 Novembre 2011
13112011367Mimmi è una dolce gattina tigrata che da anni vive in strada, inizi...
Leggi tutto...
Donazioni ricevute per il calendario Facce da Canile 2012(3410)
Lunedì 21 Novembre 2011
ringraziamentifdc2012_1Qui riportiamo le donazioni ricevute in cambio di una copia del cal...
Leggi tutto...
Uno scricciolo salvato dalla morte!(4948)
Martedì 15 Novembre 2011
Lucky_pontina15/11/2011 ADOTTATO!Lucky è un delizioso e vivace spinoncino color ...
Leggi tutto...
Adottati! Quattro micetti da salvare!(7889)
Mercoledì 02 Novembre 2011
Quattro-micetti-da-salvareQuesti 4 gattini hanno appena due mesi, ma la loro vita è già stata...
Leggi tutto...
Il nostro "Brad Pit"(4089)
Domenica 30 Ottobre 2011
pit2Altro che Brad Pit di Hollywood, lui sì che necessita di avere i ri...
Leggi tutto...